Scrivo. Pubblico dal 2009, ma... Scrivo da quando da bambina seminavo per casa dei biglietti per mia madre, per porle domande che mi imbarazzava farle di persona. Scrivo da quando mettevo altri biglietti per lei con disegni o cose del genere, per dirle che le volevo bene. Perchè non sono mai riuscita a dirglielo a voce. Gliel'ho detto solo una volta. Ricordo giorno, mese anno, l'ora, il luogo in cui gliel'ho detto. Era il 6 febbraio 2011, verso le due di pomeriggio. Ho scritto nella mia mente, quando da piccola mi obbligavo a fermare la mia mano su quella penna, su quel foglio, perchè io, non ero in grado di scrivere. Se anche avessi scritto, chi avrebbe letto le mie schifezze? Ho continuato a scrivere con quella penna su quel maledetto foglio, fregandomene del pensiero altrui, fregandomene se non ero in grado. Scrivo, ora, su questo computer, batto le mie dita sulla testiera, scrivendo storie che non verranno ricordate da nessuno, se non da me, perchè sono mie, perchè. Sono. Me.
Ascolto. Ascolto musica fino ad assordarmi, ma no me ne frega niente. La musica non mi fa pensare. Pensare a me, a questa realtà in cui sono obbligata a vivere, ma che non mi piace. E non riesco a cambiarla.


sabato 26 giugno 2010

ciao!!
allora, ho postato il capitolo 28...
come ho scritto nell'introduzione di quello, dal prossimo capitolo, non ci sarà più posto per le scene romantiche e simili, infatti la FF con le scene hot l'ho segnata come completa...

il capitolo 29 si chiamerà "A DISCOVERED", una scoperta...
e non una scoperta qualsiasi..
appena vedete l'aggiornamento tirate fuori i fazzolettini e fate così per ogni posst, più o meno.
almeno, a me è scesa più di qualche lacrima pensandoli, buttando giù le bozze... sono sincera!!

come spoiler ecco a voi tre piccoli pezzi tratti dal capitolo...

"è... è ora..." momora rose, seduta accanto a me.
"vuoi che guadi io?" aggiunge
"si, ti prego, io non ce la faccio..." sussurro.
annuisce alzandosi
[...]
mi siedo sulletto, prendendomi la testa ra lem ni.
non posso crederci....
"gielo dirai domani?" chide rose
"si.. gli chiederò di passare e .. glielo dico."
"ce la farai- dice- avete due famiglie che vi staranno vicine.. vedrai..." mormora.
mi capisce subito, lei!
come quando eravamo piccole, ci sdraiamo sul letto, abbracciate, inutile dire che non riesco a prendere sonno..
troppi pensieri..
sono... sono incinta...
[...]
sono... sono sola...


ecco.. si non so se ci avete capito molto, però..
dico solo una cosa, per questo capitolo ho preso qualche idea dal libro "Breaking dawn"...
bene....
ci vediamo alla prossima!!

Nessun commento:

Posta un commento